MontevarchiNotizie

Si è spenta Sara Bencini, il cordoglio del Comune di Montevarchi

Nata da una famiglia di pittori e storici dell'arte, si era specializzata nella produzione di gioielli di scena per il cinema e il teatro

Sara Bencini, maestra d'arte orafa

Addio a Sara Bencini, la maestra di arte orafa originaria di Montevarchi  si è spenta lo scorso 24 luglio a Firenze a 51 anni. 

Bencini è stata ricordata con un post nella pagina istituzionale del Comune di Montevarchi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arte orafa era "una tradizione che l’aveva portato fino a Bombay, in India per poi tornare a casa a Firenze l'anno scorso, dopo la scoperta di una terribile malattia. 
Nata da una famiglia di pittori e storici dell'arte, si era specializzata nella produzione di gioielli di scena per il cinema e il teatro.  
Nella sua carriera ha collaborato con Luis Vuitton, Gucci, LuisaviaRoma e infine Shazè. Sara Bencini viveva e lavorava nell'Oltrarno, praticava le arti minori, dall'oreficeria alla lavorazione delle pietre.
 Era un esperta riproduttrice di gioielli di scena per il cinema e il teatro, la sua tecnica preferita era la cera persa. 
Con lei viene a mancare una figura di grande rilievo in una delle professioni artigianali che sono state il simbolo della storia di Firenze e della Toscana. Montevarchi perde una persona che attraverso la sua creatività e manualità era riuscita a costruire vere e proprie opere d’arte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Doppio dramma della strada: Enrico e Stefano, due vite spezzate

  • Ciclista va in arresto cardiaco e cade rovinosamente. Rianimato: è grave

  • "Addio Enrico", quell'amore per moto e calcetto. Il dolore di Palazzo del Pero: attesa per i funerali

  • "Mio fratello era buono e solare. Lo porterò con me in un tatuaggio"

  • Codice giallo per pioggia e temporali: l'elenco dei comuni aretini interessati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento