MontevarchiNotizie

Montevarchi dopo il servizio di Agorà. Movimento Consumatori: "Vigileremo sull'amministrazione"

Continuano i commenti dopo la messa in onda ieri mattina del servizio televisivo di Agorà dedicato a Montevarchi. A suscitare la reazione di molti soggetti politici e non, sono state anche le dichiarazioni rilasciate dal sindaco Silvia Chiassai...

agorà-montevarchi

Continuano i commenti dopo la messa in onda ieri mattina del servizio televisivo di Agorà dedicato a Montevarchi. A suscitare la reazione di molti soggetti politici e non, sono state anche le dichiarazioni rilasciate dal sindaco Silvia Chiassai nella stessa occasione.

L'ultimo intervento è quello del presidente provinciale del Movimento Consumatori Armando Mansueto. Le dichiarazioni della Sindaca di Montevarchi rilasciate ad un emittente televisiva nazionale in cui esprime l’amarezza per il degrado che attanaglia la città e lascia intendere un impegno futuro dell’amministrazione ad aumentare il decoro e la sicurezza hanno, come da cronaca, innescato un’aspra riflessione sull’aspetto etnico e migratorio sul quale non ci sentiamo di aggiungere altro. Quello che come Movimento Consumatori ci preme sottolineare, sforzandosi di ampliare la visione, è che il decoro e la sicurezza non sono monotematici ma riguardano aspetti diversi fra loro che necessitano altrettanta attenzione. Ritenendo ovvio che l’operazione decoro e sicurezza prospettata dalla Sindaca parta dal centro storico, auspichiamo che si smetta di organizzare mercatini che inevitabilmente fanno diventare la via Roma un quartiere di periferia degradata, in cui oltretutto non vengono osservate le prescrizioni normative previste dalla legge. In passato abbiamo verificato una serie di manifestazioni organizzate nel Centro storico con impianti non adeguati e senza collaudi, abbiamo verificato: compressori rumorosi, banchi di vendita senza protezione igienica, fili elettrici non adeguati con prese attorcigliate, giostre senza recinzione, fiamme libere, estintori inesistenti, ecc. ecc. Come Movimento Consumatori per la tutela dei cittadini ci auguriamo che le prossime manifestazioni ed in particolare il prossimo Natale possono rappresentare una svolta e dimostrare che questa giunta non fa solo interviste, ma prende anche severi provvedimenti contro il degrado denunciato nella trasmissione Agorà. Noi come Movimento Consumatori ci poniamo l’impegno di vigilare che le normative siano osservate per evitare che i cittadini debbano rischiare la propria incolumità a causa della non osservanze delle leggi. Vogliamo ricordare all’amministrazione che parecchie manifestazioni organizzate nel centro storico sono state brutte, è queste si che ha creato degrado più degli stranieri. Ebbene ricordare che un bellissimo salotto perfettamente pulito ed elegante crea ordine e disciplina anche in chi arriva, la mancanza di legalità crea il degrado ed anche la miseria (vedi la chiusura dei negozi). Non vorremmo insomma che il migrante diventasse l’alibi in cui tutte le responsabilità confluiscono. A noi interessano i cittadini, la gente come si ama dire, e non la politica. Su questo valuteremo come Movimento Consumatori l’amministrazione attuale pronti ad osservare e far osservare tutte le questioni a garanzia dei cittadini.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento