MontevarchiNotizie

Montevarchi, Chiassai su edilizia scolastica: "Interrogazione in Consiglio provinciale inaccettabile mettere a rischio la sicurezza"

Il sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai Martini, nel Consiglio provinciale di luglio, ha presentato un’interrogazione sulla programmazione degli interventi di edilizia scolastica nel territorio di Montevarchi: “E' necessaria una mappatura degli...

chiassai-silvia-2

Il sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai Martini, nel Consiglio provinciale di luglio, ha presentato un’interrogazione sulla programmazione degli interventi di edilizia scolastica nel territorio di Montevarchi: “E' necessaria una mappatura degli interventi da effettuare nelle scuole superiori, prevedendo, in particolare, lavori all’ex Liceo di viale Marconi, ma anche un contributo per una tensostruttura dedicata alle attività del Liceo sportivo nel plesso ISIS Varchi”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’approvazione del bilancio di previsione della Provincia è slittata nuovamente al 30 settembre, dimostrando le continue difficoltà finanziarie dovute all’incertezza delle risorse trasferite dallo Stato, che potrebbero generare il rischio di una paralisi amministrativa che non ci possiamo permettere – afferma il sindaco Chiassai Martini- Dobbiamo intervenire al più presto per porre fine a questa cronica responsabilità del Governo che ostinatamente continua a non finanziare adeguatamente le Province, non rispettando l’esito del referendum. Da mesi, anche come sindaci, stiamo denunciando il pericolo che la Provincia finisca per non garantire un'adeguata gestione delle strade, del patrimonio scolastico ed l'indispensabile tutela dell’ambiente. Sono settori con necessità stringenti che investono direttamente la sicurezza dei cittadini e la formazione dei nostri figli in ambienti idonei e che non devono basarsi sulla precarietà del bilancio. Anche se la Provincia di Arezzo dovrebbe riuscire, contrariamente ad altre, a chiudere alla fine in pareggio, e' chiaro che l’emergenza non possa continuare a ricadere sui Comuni, in quanto il cittadino non deve essere chiamato alla distinzione tra competenza comunale o provinciale. Come sindaco e consigliere provinciale ho sollecitato gli interventi sugli istituti superiori di Montevarchi che accolgono ogni giorno un numero influente di studenti provenienti da tutto il Valdarno. Nel programma dei lavori pubblici per l’edilizia scolastica, è confermato solo l’intervento di 100mila euro per l'istituto Magiotti, con lavori di sostituzione degli infissi, e un intervento in somma urgenza di circa 21mila euro per un adattamento delle aule didattiche e la potatura dei tigli all’Isis Varchi. Interventi molto al di sotto del reale fabbisogno delle nostre scuole, dove serve una mappatura dettagliata delle necessità, ma anche interventi all’ex Liceo di viale Marconi ed un contributo per la tensostruttura per le attività del Liceo sportivo. Occorre pertanto uscire da questo clima di passiva accettazione, esprimendo a gran voce una netta contrarietà per il mancato finanziamento delle funzioni fondamentali. Dopo la pausa estiva, in accordo con i miei colleghi del Consiglio provinciale, prenderemo una posizione forte nei confronti del Governo centrale le cui inadempienze stanno ricadendo pericolosamente sui cittadini. E’ anche mia intenzione procedere al coinvolgimento dei consigli comunali del Valdarno tramite la presentazione di specifici ordini del giorno per mobilitare i Comuni al sostegno della sicurezza delle nostre scuole e delle strade che frequentiamo quotidianamente”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento