MontevarchiNotizie

Variante al piano strutturale e piano operativo, avviato il procedimento

La redazione degli strumenti urbanistici sarà determinata nei prossimi mesi, oltre che dalla fase tecnica e di messa a punto dei documenti, da occasioni di incontro e di confronto tra l’Amministrazione comunale, cittadini, enti e vari soggetti coinvolti dal tema della pianificazione territoriale e urbanistica

Pubblicato all’Albo pretorio del Comune di Montevarchi l’avvio del procedimento per il nuovo Piano Strutturale e nuovo Piano Operativo. L’Amministrazione comunale rivede gli strumenti di Governo del territorio a seguito di un quadro normativo mutato con l’approvazione della legge regionale 65/2014 “Norme per il Governo del territorio” e l’introduzione del nuovo Piano di indirizzo territoriale, con valenza di Piano paesaggistico, entrato in vigore nel 2015. Per questo motivo, entra nel vivo il percorso verso una nuova pianificazione territoriale di Montevarchi con i seguenti obiettivi, già indicati dalla legge: la definizione dettagliata dei confini del territorio urbanizzato, condizione imprescindibile per stabilire l’ambito entro il quale è consentita l’edificazione residenziale, costituito dai centri storici, aree edificate con continuità dei lotti a destinazione residenziale, industriale e artigianale, commerciale direzionale, di servizio, turistico-recettiva, le attrezzature e i servizi, i parchi urbani, gli impianti tecnologici, i lotti e gli spazi in edificati dotati di opere di urbanizzazione primaria; la tutela e la valorizzazione del paesaggio della Toscana, al fine di perseguire uno sviluppo sostenibile e la promozione della peculiarità dell’identità sociale e ambientale del territorio.

La redazione degli strumenti urbanistici sarà determinata nei prossimi mesi, oltre che dalla fase tecnica e di messa a punto dei documenti, da occasioni di incontro e di confronto tra l’Amministrazione comunale, cittadini, enti e vari soggetti coinvolti dal tema della pianificazione territoriale e urbanistica. In particolare, si aprirà a breve il periodo di concertazione con le Associazioni di categoria, gli Ordini Professionali e i cittadini con l’obiettivo primario dell’Amministrazione Chiassai Martini di favorire la semplificazione, di ampliare le possibilità di intervento sul patrimonio edilizio esistente e di ridurre  anche l’impegno di suolo. Il Responsabile del procedimento, nominato dall’Amministrazione comunale, è il Dott. Ugo Fabbri, mentre il Garante dell’informazione e della partecipazione è la Dott.ssa Paola Manetti, con il compito di assicurare la conoscenza effettiva delle scelte con i supporti conoscitivi relativi a tutte le fasi procedurali e di curare l’informazione verso i cittadini, singoli o associati.  Da qui in avanti, a tutti gli interessati sarà possibile, come stabilito dalla legge regionale, seguire il il percorso di stesura dei nuovi strumenti urbanistici del territorio e contribuire alla loro formazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Così sono nate le 6000 sardine": storia di Giulia, l'aretina che ha creato con tre amici il movimento anti Salvini

  • La pioggia fa paura: allagamenti, frane e fiumi in piena. Una famiglia evacuata. Chiusa per ore l'A1

  • 4 Ristoranti ad Arezzo: ci siamo. Arriva Alessandro Borghese

  • Auto trascinata dalla corrente, vigili del fuoco al lavoro per il recupero

  • Allagamenti ad Arezzo: strade chiuse e piante crollate

  • Quanto dura il maltempo? Le previsioni meteo ad Arezzo per il weekend

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento