MontevarchiNotizie

Tari, Bucciarelli: "Giù la tariffa del 10 per cento per le utenze non domestiche"

"Per le utenze domestiche, ci sono state alcune differenze dovute ad una rimodulazione dei meccanismi di calcolo per il perfetto adeguamento al DPR n.158/99"

In merito alle cartelle della Tari, il cui termine di pagamento della prima rata per il 2019 è stato differito al 31 luglio, è intervenuta l’Assessore al Bilancio, Finanze e Tributi, Cristina Bucciarelli:

“Dal confronto tra le annualità 2018 e 2019 – afferma l’Assessore Bucciarelli -  abbiamo ottenuto una sostanziale riduzione delle tariffe, in media di oltre il 10%, per tutte le attività non domestiche del territorio comunale. Per le utenze domestiche, ci sono state alcune differenze dovute ad una rimodulazione dei meccanismi di calcolo per il perfetto adeguamento al DPR n.158/99, inerente le linee guida per l’applicazione della Tari, e come richiesto dal Piano Economico e Finanziario presentato ai Comuni del gestore Sei Toscana per il costo complessivo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani. Il piano prevede, nella sua composizione, dei costi “fissi” e “variabili” che condizionano la determinazione della tariffa. La stessa tariffa, infatti, è costituita da un binomio: una parte “fissa” che dipende oggettivamente dai metri quadrati occupati dall’utenza e da una parte “variabile” caratterizzata dal numero delle persone che compongono il nucleo familiare. Trattandosi di una rimodulazione a cui dovevamo adempiere, siamo intervenuti alleggerendo “il carico familiare” con l’abbattimento del valore del calcolo legato al numero dei componenti familiari, rispetto a quello dei metri quadrati dell’immobile, in quanto, come è noto, in gran parte è espressione di una maggiore capacità reddituale del soggetto.

Non c’è stato, invece, alcun aumento condizionato dal “costo assoluto” del servizio, merito della buona politica attuata da questa amministrazione comunale con la riorganizzazione e revisione delle modalità di raccolta; controlli puntuali sugli abbandoni selvaggi dei rifiuti e lotta all’evasione che hanno generato un risparmio spalmato sulla collettività. Con l’avvio del nuovo sistema del conferimento dei rifiuti domestici tramite l’utilizzo dei cassonetti intelligenti  e del porta a porta aziendale, contiamo di alzare la percentuale di raccolta differenziata per evitare le sanzioni previste dalla legge, con ripercussioni sulle tariffe, e cercando sopratutto di ottenere i bonus economici messi a disposizione per i Comuni e i cittadini virtuosi.

In riferimento ad alcune esternazioni apparse in questi giorni sui social, non ci risulterebbero, contrariamente a quanto sostenuto, significativi aumenti della Tari che non siano in linea con il dettato di legge. Consigliamo, pertanto, in caso di perplessità, criticità o richiesta di chiarimenti, di rivolgersi ai nostri uffici comunali che sono quotidianamente a disposizione dei cittadini”.

Potrebbe interessarti

  • Sigarette addio: trucchi e consigli per smettere di fumare

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

  • Come pulire il pelo dei nostri amici a quattro zampe. I consigli

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • E' morta Nadia Toffa, l'abbraccio di Jovanotti: "Bastava un attimo per volerti bene"

  • Schianto tra due auto, feriti due ventenni

  • Trovato all'alba in piazza Sant'Agostino il 33enne scomparso

  • Cade dalle scale di un locale, grave un 66enne

  • Che Arezzo: la Roma vince 3-1, ma solo nella ripresa

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento