MontevarchiNotizie

Slow Food insieme ai campi estivi del museo Paleontologico

Si rinnova la collaborazione tra le due realtà nell’interesse della crescita delle nuove generazioni

Negli ultimi anni i servizi educativi del museo Paleontologico hanno assistito a una crescita costante, nella qualità del servizio e nella diversificazione della proposta, che cerca di rispondere a età e interessi eterogenei.

I campi estivi e in generale tutti i servizi educativi extrascolastici costituiscono un’occasione privilegiata per avvicinare le famiglie ai musei e creare occasioni di socializzazione, crescita e benessere dei bambini. Sono anche occasioni in cui possono essere affrontati temi apparentemente lontani dalle collezioni esposte, ma che invece hanno grande attualità e un’attinenza reale con il ruolo sociale che i musei sempre di più stanno maturando.

Cosa c’entrano i cambiamenti climatici, ad esempio, con un museo Paleontologico che racconta la storia di milioni di anni fa?

C’entrano per vari motivi: perché studiare il paleoambiente serve per capire che i cambiamenti climatici della terra sono ciclici e inevitabili, ma anche per comprendere come l’uomo sta incidendo in maniera invadente e irreversibile in questa ciclicità naturale; c’entrano anche perché il momento del pasto, nella programmazione delle attività di una giornata al museo, è un momento educativo anch’esso e quindi il cibo in relazione ai cambiamenti climatici è un tema che risulta assolutamente coerente con le tematiche che il paleontologico affronta.

Per questo, per il secondo anno consecutivo, i campi estivi del museo paleontologico dell’accademia del Poggio vedono la collaborazione stretta di slowfood Colli Superiori del Valdarno nella individuazione del menù per i bambini, nell’ambito della campagna ‘Food for Change’.

Slow Food ha studiato un menù che sia gradevole per i bambini e amico del clima, oltre ad alcune attività di gioco che li aiutino a scoprire quali cibi sono i più sostenibili e perché. Il cibo può cambiare il futuro: a partire da oggi.

La collaborazione tra le due realtà, dunque, prosegue proficua, nell’interesse della crescita delle nuove generazioni e della diffusione di una cultura che rispetti la natura e l’ambiente in cui vivono.

La PaleoEstate del museo Paleontologico proseguirà fino al 2 agosto, con attività rivolte sia a bambini dai 6 agli 11 anni e dai 12 ai 14 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Info: www.museopaleontologicomontevarchi.it, 055-981227, paleo@accademiadelpoggio.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Animali 3D in casa grazie a Google. Come fare e l'elenco completo

  • Scanzi supera il milione di fan. Più 250mila in 7 giorni, nessuno come lui in Italia

  • "In trincea contro il Covid-19: colpisce e uccide lasciando soli i pazienti". La storia di Sara, infermiera aretina a Bologna

  • Mascherine obbligatorie fuori dall'abitazione. L'annuncio di Rossi: "Ne distribuiremo subito 10 milioni"

  • Un 22enne stampa in 3D le valvole per le maschere Decathlon. E le dona agli ospedali

  • Emergenza Covid-19: un valido aiuto viene dai Commercialisti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento