MontevarchiNotizie

Montevarchi, decoro urbano: Chiassai inizia tour nelle scuole

Il sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai ha iniziato il tour della scuole cittadine per presentare agli alunni e agli insegnanti la campagna di comunicazione per il decoro urbano “Io sono Montevarchi, rispetto le regole, rispetto la mia città”...

chiassai-silvia

Il sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai ha iniziato il tour della scuole cittadine per presentare agli alunni e agli insegnanti la campagna di comunicazione per il decoro urbano “Io sono Montevarchi, rispetto le regole, rispetto la mia città”. La prima tappa ha riguardato le scuola primaria “Isidoro del Lungo”, dove i bambini raccolti nel corridoio centrale della scuola hanno letto prima un biglietto scritto per il sindaco ricordando il valore storico e culturale della loro edificio, anche in riferimento al nome che porta “Isidoro del Lungo”, storico, uomo letterato e politico. Poi il sindaco ha illustrato tutti i punti della campagna incentrata sul rispetto dei luoghi e degli spazi pubblici, sulla pulizia, sullo smaltimento corretto dei rifiuti ingombranti e sull’importanza della raccolta differenziata “Se voi ragazzi delle scuole mi aiutate al rispetto delle regole, insieme alle vostre famiglie – ha esordito il primo cittadino rivolgendosi ai bambini- possiamo veramente cambiare in meglio la nostra città. Sono convinta che amiate Montevarchi come me e sarete i primi a darmi una mano. Prendiamoci questo impegno” I ragazzi hanno risposto positivamente all’invito, omaggiando il sindaco con lavori preparati in classe per l’occasione, in particolare alcuni di loro hanno consegnato dei disegni raccolti in una cartella dal titolo “Tutti per uno, uno per tutti”.

“La porterò con me nel mio ufficio così mi ricorderò sempre di voi”- ha commentato il sindaco Chiassai, salutandoli. Poi la visita è proseguita nella scuola media “F. Petrarca” dove i ragazzi hanno accolto il sindaco nella palestra, ponendo molte domande di approfondimento sulla campagna di decoro, ma anche spaziando su temi che interessano l’educazione civica e il rispetto degli altri, come il fenomeno del bullismo. Nei prossimi giorni la visita del sindaco proseguirà nelle altre scuole cittadine. “Io sono Montevarchi, significa che ognuno di noi può dare un contributo importante per migliorare la nostra città – spiega il sindaco Silvia Chiassai- Ho voluto cominciare dai ragazzi attraverso l’informazione su piccole regole da rispettare nel nostro quotidiano. Li considero una parte attiva e tanti preziosi portavoce di questo progetto di responsabilizzazione per raggiungere insieme l’obiettivo di prendersi cura e di valorizzare Montevarchi. Sono molto colpita dal riscontro entusiasmante ricevuto da tutti i ragazzi in termini di partecipazione. Mi hanno accolta a braccia aperte in entrambe le scuole interessandosi al tema e regalandomi disegni, pensieri e molte manifestazioni di affetto nei confronti dall’amministrazione comunale. Tanti gesti che mi hanno fatto capire quanto, sia i piccoli montevarchini che i più grandi di età, tengano alla vicinanza con le istituzioni. Una scelta, il coinvolgimento delle scuole, che io reputo fondamentale per veicolare un messaggio educativo per le nuove generazioni ma anche per i genitori, perché quando sono i figli a volerci insegnare qualcosa, abbiamo sempre un’attenzione particolare per quello che ci viene detto, o fatto notare. Ringrazio per l’accoglienza anche la dirigente scolastica e tutti i professori ”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Io sto con Walter". Pioggia di adesioni, dopo Sofri arriva la solidarietà di Scanzi: "Tieni duro"

  • Schianto fra auto, sette feriti: bimbo di 4 anni gravissimo. Altri due bambini coinvolti

  • Lieve scossa di terremoto ad Arezzo: epicentro nella zona di Olmo

  • Schianto lungo la regionale 71: strada temporaneamente chiusa. Due feriti

  • Guida 2020 de L'Espresso: due ristoranti della provincia di Arezzo con il "cappello". Tutti i top della Toscana

  • Scossa di terremoto nell'Aretino: 2,7 gradi della scala Richter

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento