MontevarchiNotizie

Ginnastica, che emozioni al campionato nazionale di Montevarchi

L'organizzazione di un evento del calibro di un Campionato Nazionale di Specialità richiede grande cura ed attenzione. Centinaia di atleti dedicano a questo momento gran parte della loro preparazione sportiva durante l'arco di tutto l'anno e per...

mosaico

L'organizzazione di un evento del calibro di un Campionato Nazionale di Specialità richiede grande cura ed attenzione.

Centinaia di atleti dedicano a questo momento gran parte della loro preparazione sportiva durante l'arco di tutto l'anno e per questo riteniamo che la preparazione logistica ed il campo gara che ospita la gara debbano essere tenuti di gran conto aggiungiamoci poi che cinque dei nostri atleti erano impegnati in diversi attrezzi di questa prestigiosa competizione ed otteniamo un mix perfetto di aspettativa e tensione pregara, che ha coinvolto tutti, tecnici atleti e dirigenti.

Già qualche settimana prima della gara si cominciava a respirare aria di preparativi, i ginnasti che iniziavano a provare gli esercizi interi, lo studio della logistica per ospitare al meglio la grande mole di persone che smuove l'evento, l'analisi del campo gara e le ipotesi per la sua perfetta messa in opera (per la quale si ringraziano anche i genitori dei nostri ragazzi, senza i quali il grande lavoro necessario sarebbe stato molto più difficile).

É trascorso un attimo e ci siamo ritrovati catapultati sul campo gara, il 26 Novembre, i ginnasti in tensione, preparati ma ovviamente in fibrillazione, i tecnici distribuiti sul campo, ognuno con il proprio ruolo, la dirigenza vigile sul corretto svolgimento della manifestazione.

Così due interi giorni di gare sono volati via, fra inevitabili problemi tecnici prontamente risolti e un buon livello di ginnastica della quale un pubblico molto nutrito ha avuto la possibilità di godere.

Durante le due giornate, suddivise in qualificazioni e finali, gli atleti in gara si sono sfidati sui sei attrezzi, ognuno di loro per un massimo di tre, per il quale ha concorso in classifica individuale prima per la qualificazione e poi eventualmente per la finale della domenica.

I nostri ginnasti hanno avuto in questa occasione modo di confrontarsi con il livello tecnico di ordine nazionale in merito ai propri attrezzi di riferimento, anche in previsione delle gare che dovranno affrontare nel 2017 quando ci saranno si programmi nuovi, ma gli elementi e le difficoltà non varieranno drasticamente.

É stata quindi una gara di attenta analisi per i cinque atleti Aurora impegnati nelle qualifiche, senza velleità di vittoria visto il progetto giovane al quale appartengono, ma con grande voglia di guardarsi intorno e confrontarsi con la realtà nazionale. Leonardo Mattei è l'unico ginnasta Aurora della categoria Senior, ma quest'anno non riesce a fornire prestazioni sui livelli delle scorse stagioni.

Nella categoria Junior Matteo Rindori ottiene un buon16° posto al Corpo Libero con il punteggio di 12,900, è il suo attrezzo di punta ed il risultato non è così inaspettato, qualificato anche su Volteggio e Parallele si difende facendo del suo meglio. Daniele Bedini raggiunge il 15° posto al Cavallo con Maniglie, gara al di sotto delle sue possibilità, invece, a Sbarra e Parallele dove si piazza 19° e 39°. Fabio Ballantini in gara al volteggio ottiene un buon 12.100 e la quarantesima piazza; Giovanni Luti è l'unico della squadra allenata da Marchetti e Pagni ad entrare in una finale di attrezzo, in particolare quella del Volteggio dove il giorno seguente si piazza 4° dopo il 3° posto nella classifica generale delle qualificazioni, negli altri attrezzi fa comunque bene piazzandosi 19° al Corpo Libero e 20° alle Parallele.

L'esperienza del Campionato Nazionale di Specialità si conclude con buoni risultati sotto tutti i punti di vista, la società si conferma in forte crescita, presente a livello nazionale sul piano tecnico grazie al grande lavoro degli allenatori Pagni e Marchetti ed all'impegno profuso dai ginnasti, mentre sul piano organizzativo riesce a mettere in moto una macchina efficiente e ben orchestrata che permette ad una manifestazione complessa come questa uno svolgimento limpido e snello.

Si ringraziano dunque tutti i partecipanti, atleti, tecnici dirigenti e tutti i coloro che si sono resi disponibili per il corretto svolgimento di questa grande manifestazione sportiva. Nell'occasione la Società Aurora augura a tutti un lieto Natale ed un felice 2017 e vi da appuntamento a Gennaio per l'inizio di una nuova annata sportiva che sarà sicuramente ricca di grandi risultati e soddisfazioni.

Potrebbe interessarti

  • Sigarette addio: trucchi e consigli per smettere di fumare

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

  • Come pulire il pelo dei nostri amici a quattro zampe. I consigli

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • E' morta Nadia Toffa, l'abbraccio di Jovanotti: "Bastava un attimo per volerti bene"

  • Schianto tra due auto, feriti due ventenni

  • Trovato all'alba in piazza Sant'Agostino il 33enne scomparso

  • Cade dalle scale di un locale, grave un 66enne

  • Che Arezzo: la Roma vince 3-1, ma solo nella ripresa

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento