MontevarchiNotizie

Forza Nuova apre la sede. Pd e La Sinistra: "Si impedisca al fascismo di mettere radici in Valdarno"

"Chiediamo che il Comune di Montevarchi,  nelle sue espressioni democratiche, si pronunci sulla presenza di Forza Nuova in questo territorio. A cominciare dalla Sindaca Silvia Chiassai. Chiediamo alla Prefettura, alle Forze dell’Ordine e alla Magistratura di non ignorare la Costituzione, la Legge Scelba e la Legge Mancino" 

Con una nota pubblica, Forza Nuova annuncia l'apertura di una sua sede a Montevarchi, esattamente in via Isidoro del Lugno 45. L'inaugurazione si terrà domenica prossima 19 maggio alle 17:00, alla presenza del segretario nazionale Roberto Fiore e di due candidati alle europee Alessandro Dolci e Patrizia Rizzo. 

"Forza Nuova sempre più radicata nel territorio toscano" recita la presentazione.

Contro questa apertura si + subito schierato il Pd del Valdarno insieme a tutto il Partito Democratico provinciale che chiede che la società civile, le associazioni e le istituzioni si impegnino a contrastare la diffusione di Forza Nuova in Valdarno.

Il fascismo tenta di mettere radici in Valdarno. Domenica inaugurazione della sede di Forza Nuova a Montevarchi. Presente il segretario nazionale Roberto Fiore. Guai  a sottovalutare questo fatto che rappresenta un segnale inquietante e pericoloso nella storia antifascista e democratica del Valdarno. Forza Nuova non testimonia un passato nostalgico da guardare con sufficienza ma è un reale e contemporaneo pericolo che punta a strumentalizzare le paure, le ansie, le intolleranze che la crisi economica e sociale sta moltiplicando. Rappresenta una visione della società caratterizzata da odio, intolleranza, razzismo e pregiudizi.

Chiediamo che il Comune di Montevarchi,  nelle sue espressioni democratiche, si pronunci sulla presenza di Forza Nuova in questo territorio.  A cominciare dalla Sindaca Silvia Chiassai. 
Chiediamo alle istituzioni competenti una valutazione attenta di come l'azione, attuale e futura, di Forza Nuova in Valdarno possa violare le leggi del nostro paese. Ad iniziare dall'apologia del fascismo.
Chiediamo a tutte le espressioni politiche, sociali e sindacali di individuare una strategia condivisa che contrasti la diffusione di Forza Nuova in Valdarno.

Anche La Sinistra ha preso posizione contro l'apertura della sede di Forza Nuova.

La diffusione di partiti dichiaratamente neo-fascisti sta dilagando anche in Provincia di Arezzo, insignita con la massima onorificenza al valor militare per la sua resistenza partigiana al fascismo. Domenica prossima si svolgerà a Montevarchi l’inaugurazione della sede di Forza Nuova alla presenza del segretario nazionale Roberto Fiore e di due candidati alle europee Alessandro Dolci e Patrizia Rizzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Sinistra aretina sarà presente a fianco dell’ANPI e della CGIL all’Assemblea Pubblica, convocata spontaneamente, sul tema "IL FASCISMO, LA LEGALITÀ E LA PARTECIPAZIONE" che si terrà questa sera a Montevarchi dalle 21:00 in Piazza della Repubblica, si terrà una Assemblea Pubblica con l'ordine del giorno, per riaffermare i valori di libertà e di democrazia scolpiti quale fondamento della nostra Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza, che vieta espressamente, con la XII norma transitoria tutt’ora – per fortuna – vigente, la ricostituzione del partito fascista sotto qualsiasi forma. Chiediamo alla Prefettura, alle Forze dell’Ordine e alla Magistratura di non ignorare la Costituzione, la Legge Scelba e la Legge Mancino. Invitiamo iscritti e simpatizzanti a partecipare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Alla Chiassa non passa più nessuno". Punta la pistola in strada e si filma, ma arriva la Polizia: denunciato

  • Coronavirus, Ghinelli: "Uscite a fare la spesa? Tenete lo scontrino"

  • Covid-19: sette nuovi casi nell'Aretino di cui tre in città. Il bollettino della Asl

  • Medico chirurgo positivo al Covid-19 ricoverato al San Donato

  • E' morta una maestra elementare contagiata da Coronavirus

  • Il messaggio ai suoi 500 dipendenti: "Riguardatevi, torneremo". E' la prima cassa integrazione della Lem in 46 anni

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento