MontevarchiNotizie

Riqualificazione e gestione della ex Capannina sull'Arno. Pubblicato il bando

Il sindaco Chiassai Martini: “Centrato un altro obiettivo pensado alla storia della città e ai giovani”

E' stato pubblicato proprio in questi giorno il bando ad evidenza pubblica per la ricerca di operatori ai quali affidare la gestione della ex capannina sull’Arno mediante una concessione di venti anni.

A renderlo noto è direttamente l’amministrazione Chiassai Martini che "mette a segno un altro obiettivo del mandato creando le condizioni necessarie per il recupero dell’immobile e la ripresa delle attività che hanno accompagnato il tempo libero di generazioni di montevarchini".

Sindaco e giunta hanno lavorato in questi anni per riappropriarsi della struttura, oggi in degrado, che era stata alienata come controprestazione per i lavori di riqualificazione di piazza Cesare Battisti. Dopo un contenzioso con il privato, costato alla casse comunali 127.899 euro e relativi interessi, la controversia è stata chiusa dall’attuale amministrazione con il rientro della ex capannina nella disponibilità del comune che ha effettuato poi tutti i passaggi con gli enti preposti per avere le autorizzazioni al superamento dei vincoli presenti nell’area.

"La capannina e l’area del parco fluviale rappresentano un pezzo di storia della città e della nostra gioventù. – afferma il sindaco Silvia Chiassai Martini - Abbiamo raccolto molte sollecitazioni pervenute dai cittadini per un recupero definitivo dell’immobile. Ancora una volta, come è successo per l’Antistadio, abbiamo riacquisito un bene andato perduto pensando soprattutto ai giovani e al sano divertimento di una comunità in riva dell’Arno. Adesso siamo pronti con questo bando a valutare la migliore offerta che i privati presenteranno per permettere la rinascita della Capannina e il decoro della zona. Questo è un altro obiettivo importante di riqualificazione urbana che ci siamo prefissati di raggiungere”.

Il bando prevede l’individuazione di operatori che, oltre alle attività di somministrazione di cibi e bevande, dovranno presentare un progetto di riqualificazione della struttura impegnandosi anche alla manutenzione dell’immobile stesso e di quella dell’area verde circostante.

L’offerta dovrà prevedere anche l’attivazione di progetti culturali e ricreativi, con l’organizzazione di eventi ed attività rivolte ai bambini, famiglie e giovani, per diventare nuovamente uno dei punti di riferimento del paese, come in passato, incentivandone la frequentazione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Calcio

    La Cava prepara azioni legali: "Riconosciuto l'aggressore"

  • Calcio

    Semifinali playoff: quattro ipotesi per l'Arezzo. Alle 11 il sorteggio

  • Incidenti stradali

    Incidente alla rotatoria di Olmo, traffico in tilt e strada chiusa. Ferito un 26enne

  • Attualità

    Sorrisi dalla Sierra Leone: così l'ultimo viaggio di Solidarietà In Buone Mani Onlus

I più letti della settimana

  • Fuori strada dopo le nozze, coppia di sposi al pronto soccorso

  • Gli preleva 8 euro al giorno di nascosto per mesi e gli prosciuga la carta. Aretino truffato

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Croce in spalla macina chilometri: l'ex carcerato che salva i giovani di strada

  • Auto fuori strada, 21enne in codice rosso a Careggi

  • Estasi amaranto a Viterbo con Belloni e Pelagatti (2-0). L'Arezzo è in semifinale

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento