MontevarchiNotizie

Decoro urbano, al via le operazioni di pulizia nel centro storico. Rimesso a nuovo il monumento ai caduti della Grande Guerra

Il sindaco Chiassai Martini: "Piccoli ma significativi gesti per stimolare i cittadini alla cura del patrimonio pubblico"

La valorizzazione del centro storico passa anche dalle operazioni di pulizia. A questo scopo sono cominciati in questi giorni gli interventi su vie e piazze centrali che toccheranno poi le aree limitrofi, come la stazione ferroviaria, considerata una porta di accesso importante per il cuore della città. Operai quindi al lavoro per il decoro urbano i cui effetti sono già stati notati dalla cittadinanza su pavimentazione, panchine, strade, fontanelle.

Si è conclusa anche la riqualificazione, sotto il loggiato del palazzo comunale, del monumento ai Caduti montevarchini della grande Guerra con la rubricatura dei nomi, tornata leggibile onorando così la memoria. Un recupero che si è reso possibile tramite un finanziamento chiesto e messo a disposizione dal Consiglio regionale, accordato tra le 90 domande pervenute da tutta la Toscana, per il contributo alla valorizzazione di "Lapidi, monumenti e cippi dedicati alla Grande Guerra".

Sono piccole ma significative azioni sempre più richieste dai cittadini e dalle attività del centro commerciale naturale, come la dotazione dei nuovi cestini gettacarta che hanno colmato una carenza di arredo urbano segnalata da anni per un impegno complessivo di circa 8 mila euro. La città di Montevarchi, poi, è sempre più sotto i riflettori per il prestigioso "ritorno a casa" della Pala del Botticelli e di altri capolavori. La mostra sulla riscoperta del patrimonio artistico cittadino ha già fatto registrare la presenza di oltre mille visitatori con un riscontro attestato fino a livello nazionale dall’inserto settimanale "La lettura" del Corriere della Sera, dedicato al mondo della cultura, che la scorsa domenica ha considerato l'evento montevarchino tra le principali esposizioni da vedere nel nostro Paese.

Il sindaco Silvia Chiassai Martini, promotrice e prima sostenitrice della campagna di sensibilizzazione culturale sul decoro “Io sono Montevarchi”, è intervenuta nel merito: “Sono fiduciosa che questi interventi di pulizia possano stimolare la fattiva collaborazione da parte dei cittadini nel continuare a prenderci cura insieme della città anche attraverso piccoli gesti quotidiani finalizzati all'educazione e al rispetto, permettendoci sempre più di superare il malcostume dilagato negli anni di indifferenza nei confronti del bene comune e del nostro patrimonio pubblico. La nostra città lo merita in quanto è il fulcro di un'importante eredità storica e artistica che ci sta indicando la strada per il futuro"

Potrebbe interessarti

  • Sigarette addio: trucchi e consigli per smettere di fumare

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

  • Come pulire il pelo dei nostri amici a quattro zampe. I consigli

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • E' morta Nadia Toffa, l'abbraccio di Jovanotti: "Bastava un attimo per volerti bene"

  • Schianto tra due auto, feriti due ventenni

  • Trovato all'alba in piazza Sant'Agostino il 33enne scomparso

  • Cade dalle scale di un locale, grave un 66enne

  • Che Arezzo: la Roma vince 3-1, ma solo nella ripresa

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento