MontevarchiNotizie

Paoletti (Cisl): "Se non ci sono le condizioni le aziende vanno chiuse"

Il segretario FIM-CISL Arezzo Ilaria Paoletti capisce e coglie positivamente l'invito dei sindaci del Valdarno circa le misure ancora più stringenti da prendere nel settore delle aziende

La Fim-Cisl toscana unitamente alla FIM-CISL di Arezzo coglie positivamente l'invito unitario fatto dai sindaci del Valdarno ad adottare misure volte al contenimento del contagio, anche sospendendo o riducendo le attività produttive non indispensabili. 

“Sono giorni difficili e delicati, dichiara Ilaria Paoletti segretario FIM-CISL Arezzo, e la collaborazione da parte di tutti, istituzioni locali comprese, non può che essere d'aiuto e di sostegno a quanto già, come organizzazioni sindacali, stiamo facendo sul territorio, al fine di sensibilizzare ancora più le aziende ad adottare le misure di sicurezza necessarie, obbligatoriamente previste dal protocollo siglato da Cgil, Cisl e Uil con il Governo, anche facendo intervenire gli enti predisposti al controllo se necessario. I lavoratori stanno portando avanti l'attività produttiva del paese, nonostante la paura per sé stessi e per le persone che stanno loro vicino. 

Se non ci sono le condizioni di sicurezza, continua il Paoletti, le aziende vanno chiuse, in ogni caso. Se la sicurezza in fabbrica è garantita, ma ci sono le condizioni per una rallentamento, una riduzione o uno stop alla produzione, si può decidere comunque di fermarsi in via precauzionale, salvaguardando però anche i tanti lavoratori a tempo determinato che ruotano intorno a queste aziende. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insomma, conclude il segretario FIM Arezzo, i casi vanno valutati uno per uno. Per questo siamo pienamente disponibili ad un confronto immediato su questo tema con i sindaci, sia attraverso call sia attraverso contatto telefonico”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Alla Chiassa non passa più nessuno". Punta la pistola in strada e si filma, ma arriva la Polizia: denunciato

  • Coronavirus, Ghinelli: "Uscite a fare la spesa? Tenete lo scontrino"

  • Covid-19: sette nuovi casi nell'Aretino di cui tre in città. Il bollettino della Asl

  • Medico chirurgo positivo al Covid-19 ricoverato al San Donato

  • E' morta una maestra elementare contagiata da Coronavirus

  • Il messaggio ai suoi 500 dipendenti: "Riguardatevi, torneremo". E' la prima cassa integrazione della Lem in 46 anni

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento